TELEFONO

Contattami per una consulenza

telefono

INVIA UNA MAIL

Scrivimi direttamente alla mia Email

email

MANDA UN MESSAGGIO

Scrivimi su Whatsapp

whatsapp

La Dottoressa Giulia Razza ha conseguito il Diploma di Osteopatia (D.O.) presso l’International College of Osteopathic Medicine di Firenze.

Successivamente ha approfondito le sue competenze in ambito sportivo attraverso specifici percorsi formativi post-laurea in Osteopatia sportiva presso l’Advanced Osteopathy Institute di Milano e in Medicina rigenerativa applicata alla traumatologia sportiva presso l’Istituto di Riabilitazione e Medicina Fisica San Rossore di Pisa.

Svolge attività libero-professionale presso gli studi Nova Salus a Montecatini Terme ed è inoltre attiva a Pisa e Lucca.

Grazie alla solida preparazione ed esperienza maturata nel corso degli anni, la dottoressa Razza si occupa di trattare diverse patologie mediante tecniche osteopatiche manuali non farmacologiche. In particolare, fornisce trattamenti per la cura di cervicalgie, lombalgie, danni ai tessuti molli in seguito a infortuni sportivi, cefalee, disfunzioni fasciali, disturbi gastro-intestinali, lesioni articolari e artrosi, ottenendo risultati clinici efficaci e duraturi nel tempo.

Disponibile per consulti ambulatoriali, la professionalità della dottoressa costituisce un valido supporto per il benessere dei pazienti. La Dott.ssa Giulia Razza offre consulenze osteopatiche personalizzate volte a individuare le cause profonde dei disturbi e a impostare efficaci piani di trattamento. Grazie a un approccio manuale mirato e riabilitativo, riesce a risolvere problematiche di natura posturale, muscolo-scheletriche e viscerali per le quali altre terapie avevano dato esito insoddisfacente. La dottoressa è inoltre facilmente reperibile telefonicamente per prime consultazioni preliminari, al fine di illustrare nel dettaglio le sue metodiche e la possibilità di prendere in carico particolari quadri clinici.

IN MANI SICURE, DOVE LA SALUTE VIENE PRIMA DI TUTTO

Contattami per informazioni

Osteopata sportivo: un professionista chiave per performance e prevenzione nello sport

La professione dell’osteopata sportivo riveste un ruolo di primo piano nell’ambito della medicina dello sport. Grazie a un training post-laurea mirato, questa figura è in grado di fornire una preziosa attività di prevenzione, diagnosi e cura delle patologie a eziologia meccanica legate all’esercizio fisico-agonistico.

L’osteopata sportivo effettua una valutazione posturale globale individuando eventuali disarmonie biomeccaniche o asimmetrie capaci di causare infortuni se non trattate. Mediante tecniche manuali specifiche, agisce sul sistema muscolo-scheletrico ripristinando l’omeostasi dei tessuti e rendendo l’atleta più resiliente agli sforzi.

Leggi di più

Riveste inoltre un ruolo chiave in fase di recupero post-infortunio, accelerando i tempi di guarigione e prevenendo ricadute attraverso esercizi mirati.

La Dott.ssa Giulia Razza, grazie alla sua specializzazione in Osteopatia sportiva e Medicina rigenerativa applicata alla traumatologia sportiva, è in grado di fornire una presa in carico personalizzata dell’atleta amatoriale o professionista, valutandone le esigenze in ottica di performance e prevenzione degli infortuni. Supporta gli sportivi nel mantenimento dell’efficienza muscolo-scheletrica.

Osteopata Pistoia: ecco quando non è possibile farne a meno

Esistono alcune condizioni cliniche che possono richiedere in via prioritaria il consulto di un osteopata specializzato.

  1. Cervicalgia e lombalgia: queste patologie, molto comuni, causano dolore a livello cervicale e lombosacrale limitando i movimenti. Solo una valutazione posturale globale e manipolazioni specifiche consentono di individuarne la cause meccaniche e trovare un sollievo duraturo.

  2. Infortuni sportivi: contusioni, distorsioni e microtraumi muscolari vanno trattati precocemente con tecniche manuali osteopatiche per ripristinare il corretto allineamento tissutale ed evitare cronicizzazioni dolorose.

  3. Mal di testa: le cefalee di natura tensiva e cervicogenica possono giovarsi di approcci non farmacologici come la terapia manuale del cuoio capelluto e del rachide cervicale.

  4. Cicatrici e disfunzioni fasciali: il tessuto connettivo andato incontro a cicatrizzazioni anomale può essere “rimodellato” con manovre specifiche per ripristinare flessibilità e comfort.

  5. Disturbi gastro-intestinali funzionali: spasmi addominali, meteorismo e dolori possono essere sintomo di disfunzioni a carico del diaframma e dei visceri. La manipolazione viscerale agisce in sinergia con i trattamenti convenzionali.

  6. Spalla dolorosa: le tendiniti, le borsiti e le limitazioni di mobilità della spalla sono condizioni frequenti che richiedono reset posturali articolari e rilascio dei tessuti molli periarticolari.

  7. Disfunzioni temporo-mandibolari: dolori a livello della articolazione TMJ (acronimo inglese di Temporormandibular join) possono dipendere da squilibri posturali risolvibili con manovre di riallineamento del rachide cervicale e della muscolatura masticatoria.

  8. Artrosi: le artrosi indifferenziate a carico di anche, ginocchia e colonna possono ottenere sollievo dai trattamenti di mobilizzazione e decontratturazione tissutale osteopatici.

La Dott.ssa Giulia Razza, professionista con pluriennale esperienza in campo osteopatico e sportivo, è in grado di fornire trattamenti personalizzati per risolvere queste ed altre problematiche muscoloscheletriche mediante un approccio manuale e riabilitativo.

contattami

Scopri di più sulle mie competenze

Leggi di più

Osteopata Montecatini: un approccio manuale e riabilitativo

L’approccio dell’osteopata si basa principalmente sulle tecniche osteopatiche manuali, un pilastro fondamentale della professione.

Rispetto ai protocolli farmacologici tradizionali, le tecniche manuali agiscono direttamente sul sistema neuro-muscolo-scheletrico mediante manovre specifiche e controllate. L’osteopata identifica le disarmonie posturali e le restrizioni dei tessuti molli per normalizzare la biomeccanica corporea, causa frequente di molte patologie.

In termini più tecnici, con l’esame posturale l’osteopata valuta:

  • L’allineamento assiale scheletrico, rilevando eventuali deviazioni antalgiche a carico della colonna vertebrale e del bacino. Disallineamenti cronici possono causare anomali stimoli nocicettivi.

  • La simmetria muscolare, individuando carenze di tonicità e flessibilità a livello dei distretti paravertebrali e del piano muscolare profondo/superficiale, causa di squilibri posturali compensatori.

  • La mobilità articolare, analizzando i range di movimento delle articolazioni periferiche e assiali al fine di identificare possibili artrogriposi funzionali di tipo miofasciale.

Mediante manovre di palpazione attiva e passiva, l’osteopata localizza le aree di rigidezza o ipsolateresia dei tessuti molli peri/epiarticolari (fascia, legamenti, capsula).

Le disfunzioni posturali e le restrizioni miofasciali, se non trattate, determinano un pattern di compensazione biomeccanica cronica, con aumento dello stress su determinati distretti e graduale insorgenza di sintomi a carico dell’apparato muscoloscheletrico e dei visceri.

Le manovre di mobilizzazione articolare e di decontratturazione dei tessuti permettono di ripristinare l’omeostasi fisiologica, riottenendo elasticità e mobilità ridotte. Questo approccio favorisce l’attivazione dei meccanismi autoregolatori del corpo e dei processi rigenerativi endogeni. A differenza delle terapie farmacologiche, che agiscono in modo indiretto e sistemico, le tecniche osteopatiche manuali non presentano effetti collaterali e sono indicate anche in caso di controindicazioni mediche ai farmaci.