TELEFONO

Contattami per una consulenza

telefono

INVIA UNA MAIL

Scrivimi direttamente alla mia Email

email

MANDA UN MESSAGGIO

Scrivimi su Whatsapp

whatsapp

Il Dott. Alessandro Muccignat, nato nel 1978 a Fucecchio (FI), dopo la Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita presso l’Università di Pisa ha svolto attività di ricerca all’interno dell’Unità Operativa di Cardio-Angiologia dell’Ospedale Cisanello di Pisa. Ha partecipato attivamente a numerosi studi clinici e diagnostici in ambito vascolare, approfondendo le metodiche di Eco-Color-Doppler.

Nel 2016 ha ottenuto il titolo di Formazione in Medicina Generale e successivamente, dal 2016 al 2020, ha proseguito la formazione specialistica in Angiologia presso l’Ospedale Regionale di Lugano (CH). Nel 2021 ha conseguito il Master di perfezionamento Universitario di II livello in Angiologia presso l’Università Cattolica di Roma nonché il Diploma avanzato in Angiologia, Flebologia e Scleroterapia presso l’Istituto VALET di Bologna, specializzandosi ulteriormente nel campo vascolare.

Attualmente è iscritto al percorso formativo Europeo in Flebologia (ETCP, UEMS) della Usl Toscana Sud-Est. Possiede inoltre il Diploma Nazionale S.I.U.M.B. ed è regolarmente iscritto all’albo dei Medici Chirurghi di Pisa. Svolge attività libero professionale presso gli studi medici Nova Salus di Montecatini Terme, e in altre strutture sanitarie in provincia di Pisa.

IN MANI SICURE, DOVE LA SALUTE VIENE PRIMA DI TUTTO

Contattami per informazioni

Angiologo Ecografista Montecatini Terme: trattamenti e competenze

Angiologo, ecografista Pistoia: l’utilizzo dell’Ecocolordoppler nella diagnosi delle patologie vascolari

L’Angiologo, ecografista svolge un’attività di diagnostica specialistica mediante l’impiego dell’Ecocolordoppler, strumento fondamentale per identificare in fase precoce numerose patologie vascolari. Nello specifico, tale metodica risulta di primaria importanza per la diagnosi delle alterazioni a carico del distretto carotideo-cefalico e renale. L’ecografia Doppler permette infatti di individuare la presenza di placche aterosclerotiche a livello delle carotidi, fattore di rischio per ictus ischemici, o di stenosi renali in caso di ipertensione secondaria.

L’Ecocolordoppler trova ampia applicazione anche nella diagnosi delle patologie dell’aorta e degli aneurismi addominali, consentendo di definirne dimensioni e morfologia per impostare la corretta conduzione clinica.

Leggi di più
  • L’Angiologo, ecografista svolge inoltre studio ecocolordoppler delle arterie e delle vene degli arti inferiori e superiori, alla ricerca di alterazioni come stenosi arteriose e trombosi venose profonde e superficiali. L’ecografia Doppler è infine determinante per il monitoraggio nel tempo delle fistole artero-venose create a scopo di dialisi. Grazie a questa metodica d’avanguardia, l’Angiologo, ecografista fornisce un contributo determinante nell’ambito della prevenzione e della diagnosi precoce delle patologie vascolari.

    Effettuare una visita o un esame ecocolordoppler in via preliminare presso uno studio specialistico può rivelarsi cruciale per identificare condizioni cliniche ancora asintomatiche. Diagnosticare per tempo un’importante stenosi carotidea, un aneurisma aortico di grandi dimensioni o una trombosi venosa profonda consente infatti di programmare il corretto iter terapeutico ed eventuale chirurgico, al fine di scongiurare gravi complicanze come ictus, emorragie o embolie polmonari, potenzialmente letali.

contattami

Scopri di più sulle mie competenze

Leggi di più

Angiologo, ecografista Montecatini Terme: l’ecocolordoppler, strumento chiave nella diagnostica vascolare

L’Angiologo, ecografista Montecatini Terme svolge un ruolo fondamentale nella diagnosi precoce della malattia aneurismatica aortica mediante l’impiego dell’Ecocolordoppler. Questa patologia, che colpisce fino al 3,2% della popolazione generale con prevalenza aumentata in età avanzata e nel sesso maschile, si manifesta con una dilatazione del tratto addominale dell’aorta. Tale principale condotto arterioso, che dal cuore conduce il sangue a tutti gli organi, decorre infatti nel torace per poi dividersi nell’addome direzionando il flusso ematico agli arti inferiori.

L’ecografista, grazie all’ecografia-Doppler, è in grado di rilevare la presenza di un aneurisma aortico addominale e di definirne con precisione le dimensioni e la morfologia. Ciò risulta cruciale in quanto il rischio di rottura, complicanza potenzialmente fatale, risulta proporzionale al diametro.

Pertanto, l’Angiologo, ecografista può programmare appropriati follow-up ecocolordoppler e fornire indicazioni mirate, decidendo in alcuni casi di intervenire chirurgicamente al fine di scongiurare esiti drammatici. L’Ecocolordoppler si dimostra quindi uno strumento imprescindibile nella gestione di tale patologia. Grazie a questa metodica d’avanguardia, l’Angiologo, ecografista fornisce un contributo determinante nell’ambito della prevenzione e della diagnosi precoce della malattia aneurismatica aortica.

Effettuare una visita o un esame ecocolordoppler può rivelarsi di cruciale importanza per identificare precocemente un aneurisma dell’aorta addominale, eventualmente di grandi dimensioni, in una fase ancora asintomatica. Diagnosticare per tempo tale patologia consente di programmare il corretto follow up clinico-strumentale e, nei casi in cui se ne ravvisi la necessità sulla base delle caratteristiche morfologiche dell’aneurisma, di pianificare un tempestivo intervento chirurgico volto a scongiurare l’eventualità di una rottura della parete arteriosa.

Grazie a una diagnosi realizzata mediante sofisticate tecniche ecografiche, l’Angiologo, ecografista ha quindi la capacità di intercettare in fase iniziale un’alterazione vascolare che, se trascurata, potrebbe con il tempo evolvere in maniera drammatica fino a determinare emorragie potenzialmente letali. Sottoporsi periodicamente a controlli mirati presso lo studio specialistico Nova Salus di Montecatini Terme assume pertanto un valore preventivo potenzialmente salvavita nell’ambito della malattia aneurismatica aortica.

Ecografia Pistoia: diagnostica ecocolordoppler delle principali patologie vascolari

Infine l’Angiologo, ecografista riveste un ruolo importantissimo nello studio ecocolordoppler delle fistole artero-venose utilizzate per i trattamenti emodialitici. Questi delicati shunt chirurgici, realizzati al fine di ottimizzare l’efficacia delle sedute dialitiche, possono col tempo andare incontro a stenosi, aneurismi o trombosi. Mediante l’ecografia-Doppler, l’Angiologo, ecografista è in grado di rilevare precocemente queste alterazioni, spesso asintomatiche.

Il monitoraggio ecocolordoppler periodico della fistola consente infatti di valutare attentamente le sue caratteristiche morfologiche e funzionali. L’Angiologo, ecografista può così fornire ai chirurghi vascolari ed emodializzatori indicazioni mirate per la correzione delle anomalie rilevate, al fine ultimo di preservare nel tempo l’idoneità del sottopasso artero-venoso.

La diagnosi precoce resa possibile da questa metodica risulta, anche in questo caso, determinante per scongiurare complicanze quali l’infiammazione o l’occlusione della fistola, eventualità che comprometterebbero gravemente il regolare svolgimento delle cure emodialitiche. L’identificazione tempestiva di alterazioni quali stenosi, aneurismi o trombosi a carico della fistola permette infatti di intervenire prontamente per risolvere tali anomalie prima che queste possano evolvere in infiammazione o addirittura occlusione del sottopasso artero-venoso.

Eventualità come l’infiammazione o l’occlusione della fistola comprometterebbero seriamente la regolare effettuazione delle cure emodialitiche, essendo proprio tale fistola chirurgica destinata ad essere utilizzata come accesso per i trattamenti dialitici.

Grazie all’accurato monitoraggio ecocolordoppler periodico garantito dall’ecografista, è possibile correggere per tempo potenziali alterazioni della fistola evitando che queste degenerino in complicanze cliniche ben più serie e pregiudizievoli per il corretto svolgimento delle sedute emodialitiche. Risulta quindi fondamentale la diagnosi precoce resa possibile da questa avanzata metodica strumentale. L’ecocolordoppler si dimostra dunque fondamentale per la gestione a lungo termine di questi delicati accessi vascolari.